counter

Scrittura del Sé autobiografica

"La scrittura è una cura per l'anima"

Butto giù sentimenti e idee così come vengono, alla rinfusa, senza alcun tentativo di dare loro coerenza e organizzazione. In questo modo riesco qualche volta a stabilire un contatto più intimo con ciò che realmente sono, penso e sento. Già scritti prodotti in questo modo risultano alla fine essere quelli […] che spesso comunicano profondamente agli altri.
(Carl Rogers)

 

“Caro diario …”

“Adesso prendo un foglio e una penna e scrivo, quello che sento, quello che voglio, quello che vedo …”

Le parole descrivono l’intI-Sensi-della-poesia-la-scritturaensità di uno stato d’animo, ne raccontano l’aspetto positivo o negativo. L’Uomo ha bisogno di raccontare e raccontarsi. La scrittura come “terapia dell’anima” reca in sé un valore rigenerativo, in quanto facilita l’auto-conoscenza e la riscoperta di una rinnovata intimità con se stessi.

 

Un evento, un conflitto, una preoccupazione, un’emozione possono essere rivisti attraverso le tappe di scrittura di un romanzo o di una poesia, facilitando l’esternazione di quanto viviamo come “peso” oppure come “incerto”, per favorire una maggiore auto-consapevolezza, attraverso la quale diventare parte attiva nella gestione delle proprie dinamiche interiori.

La narrazione autobiografica mette ordine ai pensieri, crea un legame molto interessante tra noi e l’immagine di noi stessi, il tutto rapportato alla realtà attuale, presente. Scrivere una lettera a qualcuno e non spedirla oppure a una parte di sé e poi osservarla dopo qualche giorno, è un atto liberatorio, che permette di depositare al di fuori di sé ciò che, altrimenti, rischia di sedimentarsi all’interno e di “parlare” attraverso la somatizzazione.

Un percorso affascinante, che parte da se stessi, perché è dentro di noi che troviamo ogni risposta, se sappiamo cercarla con attenzione, costanza e pazienza.

Strutturo laboratori creativi di scrittura autobiografica e sulla scrittura che diventa “terapeutica” nel momento in cui “cura” visioni interne, ricordi, stati emotivi che trovano il modo di esprimersi e di rivedersi, in uno sguardo introspettivo e, allo stesso tempo, creativo.

Da questa esperienza introspettiva, si può arrivare alla stesura di un vero e proprio testo narrativo (scrittura creativa), laddove la creatività viene stimolata nel suo farsi generatrice di nuovi mondi e di nuove visioni di sé e della Vita.

Contattami se sei un’associazione e/o un privato, un ente, una libreria, una struttura pubblica o privata che si occupa di benessere della persona, un centro olistico.