counter

Coaching creativo

.
.
Vivere il proprio ruolo professionale, a volte, può risultare complesso. Per quale ragione?
La risposta non è univoca. Le competenze tecniche, necessarie per portare avanti i compiti assegnati o nel prendere decisioni, non sono più sufficienti.

Ciò che fa la differenza risiede in un bagaglio di abilità o soft skills : le competenze emotive, uno dei pilastri di successo di un’impresa, lo sapevi?
L’intelligenza emotiva si sviluppa attraverso percorsi di coaching che aiutano a valorizzare i propri punti di forza, partendo dai propri punti deboli.

.

Il coaching agisce a vari livelli: dai manager, ai dipendenti, ai collaboratori. Ognuno è portatore di interesse verso un percorso di crescita e di consapevolezza.

A livello personale, nella gestione della quotidianità, possono esserci momenti in cui gli ostacoli appaiono insormontabili. L’entusiasmo per quell’idea si affievolisce. Tutto sembra essere fumoso e confuso e si ha la sensazione di disperdere le energie.

Diventa importante:

1. Scoprire, rendere chiari e coerenti gli obiettivi che desideri raggiungere;
2. Sviluppare uno stile comunicativo assertivo
3. Conoscere e valorizzazione le tue risorse personali;
4. Fare in modo che le soluzioni e le strategie da seguire emergano da Te;
5. Adattarsi alle caratteristiche soggettive in un confronto aperto all’interno di un “campo” neutro, in assenza di giudizio;
6. Potenziare motivazione e spinta ad agire, sviluppando una propria leadership emotiva e di ruolo
7. Costruire più fiducia in sé e competenza;
8. Migliorare l’efficacia personale
9. Acquisire consapevolezza del proprio stile comunicativo
10. Sviluppare competenze emotive
11. Public Speaking
12. La Riunione
13. Il feedback: sappiamo davvero cos’è?
14. Competenze emotive o soft skills

I laboratori sia in team aziendali sia a livello individuale, prevedono tecniche di scrittura ed elaborazione strutturale tipiche del Coaching creativo. Attraverso la “mente laterale”, quella dell’intuizione e del simbolo, si attivano risorse da portare in campo per ritrovare un metodo di lavoro o uno strumento personalizzato per autodisciplinarci nel modo in cui portiamo avanti i nostri obiettivi.

 

Bisogna avere un obiettivo, anche piccolo, lo sapevi?

.
.

TI POTREBBE INTERESSARE: